Entra

Il Cammino di San Francesco di Paola in Calabria: trekking sulle orme dell’eremita

Il Cammino di San Francesco di Paola in Calabria: trekking sulle orme dell’eremita

Aggiornato il 5 febbraio 2021

Immersi nella natura, abbracciati da un’atmosfera spirituale, zaino in spalla e cuore leggero e curioso. Conosci il “Cammino di San Francesco di Paola“? A dargli il nome è un Santo calabrese, uomo pieno di prodigi e che ha fondato l’ordine dei Minimi, nato a Paola, cittadina in provincia di Cosenza proprio vicino alla mia Cetraro.

Chi è San Francesco di Paola

Prima di dirti tutto su questo incredibile percorso trekking, devo fare una piccola premessa.

Come avrai capito, parliamo dell’eremita Francesco, il più grande taumaturgo della storia cristiana, colui che col suo saio, il bastone e la lunga barba bianca è anche Patrono della Calabria

Una figura che mi è particolarmente a cuore per via del suo amore per gli animali che in un certo modo mi accomuna a lui; ricordo sempre con un sorriso la storia legata al salvataggio e risurrezione del suo agnellino Martinello che era stato rapito per essere mangiato.

Ti dicevo che San Francesco nasce a Paola (CS) il 27 marzo del 1416 ed è proprio in questo paese che dall’1 al 4 Maggio si festeggia la sua canonizzazione a Santo avvenuta il 1° maggio 1519 (notizia che arrivò dalle mie parti solo 3 giorni dopo, ecco perché i festeggiamenti durano 4 giorni).

Per noi abitanti del posto in quei primi giorni di Maggio la tappa a Paola è irrinunciabile, mossi dalla fede per una visita al Santuario che custodisce le reliquie del Santo oppure dalla voglia di fare un tradizionale giro alla fiera sul lungomare tra bancarelle e giostre.

il Santuario di San Francesco a Paola (CS)

Se chiedi a qualsiasi persona della mia zona, tutti sapranno spiegarti l’aura surreale che circonda la vita di San Francesco di Paola, che si può toccare con mano ad esempio al Santuario, meta di pellegrinaggi da ogni parte d’Italia e del mondo, dove ogni luogo racconta di miracoli man mano che si cammina dentro e fuori le sue mura.

E c’è un modo secondo me incredibile per scoprire meglio la storia di questo Santo a cui noi calabresi siamo tanto legati. Eccoci arrivati quindi a scoprire il Cammino di San Francesco di Paola, che spero di poter vivere al più presto sulla mia pelle (e sui miei piedi). Intanto te lo racconto attraverso gli occhi di uno dei suoi ideatori, Alessandro Mantuano, Guida Ambientale Escursionista del gruppo “Escursionisti dell’Appennino Paolano”.

Cos’è il Cammino di San Francesco di Paola

Parlo di uno dei trekking più importanti del Sud Italia, riconosciuto dal Ministero per i Beni e le Attività culturali e inserito nell’Atlante dei Cammini d’Italia.

Un’esperienza spirituale tra natura e borghi, un appuntamento mensile per percorrere due tipi di sentieri: la Via del Giovane (49 KM) e la Via dell’Eremita (63 KM), due itinerari divisi a tappe sulle orme del santo attraversando i luoghi protagonisti della sua vita in provincia di Cosenza: San Marco Argentano, Cerzeto, Bosco Cinquemiglia, San Fili, Cerisano, Paterno Calabro e, immancabile, Paola.

Come percorrere il Cammino di San Francesco di Paola

Il cammino può essere fatto in autonomia o in modo guidato partecipando a quelli organizzati da Alessandro e gli altri ragazzi.

E la cosa divertente è che nelle vostre tasche ci sarà la “Credenziale”, una sorta di passaporto del pellegrino da timbrare ad ogni tappa e che, alla fine, vede il timbro anche dell’Ordine dei Minimi. Una volta ottenuti tutti i timbri ecco la soddisfazione finale: il Testimonium, il corrispettivo della “Compostela” che si ottiene al compimento del famosissimo Cammino di Santiago.

Date e info sul Cammino di San Francesco di Paola

Prossimo Cammino guidato, da Paterno Calabro a Paola, lungo LA VIA DELL’EREMITA: 30 APRILE, 1-2 MAGGIO 2021

Sul sito web ilcamminodisanfrancesco.it trovi tutto il calendario con i cammini organizzati durante l’anno, informazioni su prenotazioni, tappe, abbigliamento adatto e servizi di ospitalità.

© Tutte le foto appartengono a ilcamminodisanfrancesco.it e mi sono state concesse per questo articolo.


Laura Cipolla

Laura Cipolla

Nata e cresciuta a Cetraro (CS), vivo da qualche anno a Milano "con il Cuore verso Sud". Qui trovi la mia Calabria a 360°, che è anche la tua.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Non puoi copiare il contenuto :)